29 luglio 2022

BWT Alpine F1 Team ha concluso le prove del venerdì senza problemi a Budapest, in Ungheria, dove sono iniziati i preparativi per l’ultimo Gran Premio prima della pausa estiva.

 

Fernando Alonso è arrivato tra i primi sei, mentre il suo compagno di scuderia Esteban Ocon si è piazzato al tredicesimo posto. Il francese ha ritrovato un ambiente familiare, perché è su questo circuito che ha conquistato la sua prima vittoria in Formula 1, un anno fa.

 

Come in Francia la settimana scorsa, anche nella capitale ungherese faceva molto caldo: oltre 30 °C nell’atmosfera, mentre la temperatura della pista ha toccato i 50 °C per tutto il giorno.

 

I due piloti hanno passato in rassegna il loro programma senza intoppi, iniziando la prima sessione di prove libere con Esteban in pneumatici Medium (C3) e Fernando in pneumatici Hard (C2), prima di passare a pneumatici Soft (C4) al momento di correre con poco carburante. Durante la seconda sessione, i piloti hanno invertito gli pneumatici rispetto a quelli che hanno utilizzato per primi, con Fernando in Medium ed Esteban in Hard.

 

Tra due corse con pneumatici Soft, hanno testato le loro A522 con molto carburante in vista della gara di 70 giri di domenica.

 

Domani, le qualifiche sono programmate alle ore 16, con buone probabilità di pioggia.

 

Esteban Ocon: “È emozionante correre di nuovo a Budapest. Mi tornano in mente tanti ricordi! Per quanto riguarda la corsa, due sessioni di prove a disposizione sono sempre utili. Non siamo ancora sicuri delle previsioni meteorologiche di domani e la giornata di oggi potrebbe essere l’unica a permetterci di correre su asfalto asciutto prima delle qualifiche e persino prima della corsa. Oggi siamo riusciti a capire un bel po’ di cose, grazie alle quali possiamo trovarci in una situazione favorevole per il resto del week-end. Come sappiamo, la pioggia qui può rendere le cose interessanti, quindi vedremo che cosa riusciremo a fare”.

 

Fernando Alonso: “Questo venerdì è stato piuttosto produttivo. Abbiamo testato più cose differenti in termini di regolazioni sulla vettura. Il meteo si annuncia molto instabile domani e domenica e non sappiamo a cosa andiamo incontro, ma abbiamo raccolto dati interessanti e passato in rassegna in modo lineare il nostro programma durante le due sessioni di prove. La vettura era performante e piacevole da guidare: vedremo come andrà domani. D’altronde, è piuttosto piacevole correre a Budapest, nel giorno del mio compleanno!”.

 

Pat Fry, Direttore tecnico: “La giornata è stata particolarmente difficile a causa di un’aderenza scarsa sulla pista, che ha complicato il compito dei piloti. È un problema con cui si è confrontata anche la maggior parte degli altri team, ma la pista continuerà a ripulirsi e a migliorare sessione dopo sessione. Quanto al meteo, resteremo all’erta perché probabilmente le condizioni cambieranno in maniera abbastanza radicale. Domani c’è una forte probabilità di pioggia (forse per le qualifiche) e quest’anno abbiamo già avuto occasione di dimostrare la nostra competitività sul bagnato. Teniamo d’occhio anche il tempo di domenica, quando le condizioni climatiche saranno decisamente più fresche di oggi. Come sempre, dobbiamo effettuare diverse analisi per prepararci al meglio per le qualifiche e la corsa, ma direi che siamo in ottima forma in questo momento”.