27 marzo 2022

BWT Alpine F1 Team termina il Gran Premio di Arabia Saudita con otto punti supplementari, conquistati da un Esteban Ocon che è arrivato sesto sulla costa di Gedda. L’abbandono a cui è stato costretto Fernando Alonso al 35° giro priva invece il team di una seconda doppia presenza tra i primi 10.


Esteban e Fernando hanno iniziato bene la gara, mantenendo la loro posizione durante i primi giri di un Gran Premio e totalizzando 50 punti. Dopo alcuni scontri con la Mercedes di George Russell e l’Alfa Romeo di Valtteri Bottas, i due colleghi di Alpine si sono battuti in un duello appassionante ruote contro ruote, momento di animazione principale di questo inizio di gara.


I due piloti hanno scambiato le loro posizioni a più riprese, prima del piazzamento di Fernando al sesto posto. Dopo essere rimasto nella zona DRS del suo compagno spagnolo per più giri, Esteban ha dovuto cedere la sua posizione a Bottas.


Al 14° giro, la safety car a è scesa in pista per rimuovere la Williams danneggiata di Latifi. Il team ha colto l’opportunità per richiamare le due vetture e montare gli pneumatici duri. Alla ripresa, i due hanno mantenuto le loro posizioni, Fernando si è anche avvicinato a Kevin Magnussen, a cui ha poi strappato il settimo posto. Nello stesso tempo, Esteban è entrato nel gruppo dei primi 10, a soli pochi secondi dal suo collega.


Ma poco dopo, Fernando si è visto costretto ad abbandonare la sua A522, vittima di un problema che ha messo fine alla sua corsa convincente. A bordo dell’unica Alpine rimasta, Esteban è riuscito a guadagnare diverse posizioni. Grazie soprattutto a un certo numero di abbandoni, si è ritrovato sesto.


Il francese, che sembra apprezzare le lotte nell’ultimo a giro a Gedda, ha spinto l’acceleratore per un ultimo attacco della McLaren di Lando Norris, ed è passato sotto la bandiera a scacchi forte di un lieve anticipo sul suo rivale.

 

Questo risultato offre a BWT Alpine F1 Team il quarto posto del Campionato costruttori. Ed è grazie ai 16 punti conquistati che il team può concentrarsi, d’ora in avanti, sul Gran Premio di Australia.

 

Esteban Ocon/Partenza: 5° - Arrivo: 6°


“Abbiamo di nuovo ottenuto ottimi punti e in generale posso dirmi soddisfatto della mia corsa. La lotta con Fernando è stata davvero appassionante. È stata una gara difficile, leale, ruote contro ruote, che mi ha ricordato l’epoca del karting. Con queste vetture, è davvero possibile inseguirsi, ed è sicuramente un’ottima cosa per lo sport. È un peccato non essere riusciti a finire con le due auto nella fascia dei punti, ma avevamo previsto che saremmo stati competitivi e dobbiamo continuare così. La fine della corsa è stata entusiasmante, perché abbiamo battuto Lando [Norris] sulla linea. È stata come una redenzione per me, rispetto all’anno scorso!”.

 

Fernando Alonso/Partenza: 7° - Arrivo: Abbandono


“Non sappiamo ancora quello che è successo ma esamineremo il problema stasera. Abbiamo perso abbastanza punti, ma è stato utile constatare che la vettura era performante stasera, proprio come durante il week-end. Penso che avremmo meritato il sesto posto. Stavamo correndo bene ed è quindi un peccato non essere riusciti ad arrivare in fondo. La lotta con Esteban era nei limiti del fair-play, ci rispettiamo sempre in pista. Abbiamo avuto anche qualche scontro serrato nel Bahrein e proviamo sempre a fare del nostro meglio per il team. Durante la corsa sono stato un po’ più veloce e quindi l’ho superato, soprattutto perché dovevo anche stare attento a Bottas. Oggi avremmo potuto finire di nuovo nella fascia dei punti con le due vetture, ma siamo sempre quarti nel campionato, prima di andare in Australia”.


Otmar Szafnauer, Team principale:

 

“Questa corsa ci lascia un mix di sentimenti contrastanti. In generale, si tratta di un bilancio positivo, che conferma la nostra competitività. Il sesto posto di Esteban è un risultato eccellente. È andato forte per tutto il week-end e per lui è positivo convertire in punti la sua ottima prestazione durante le qualifiche. Dall’altro lato, siamo un po’ delusi dal fatto di non essere riusciti a piazzare entrambe le vetture tra le prime 10, dal momento che Fernando ha dovuto abbandonare dopo aver brillato per tutta la sera. Attualmente stiamo indagando per capire che cosa è successo. La nostra vettura ha chiaramente il potenziale per segnare ottimi punti, come hanno dimostrato i nostri due piloti stasera. Siamo contenti che si siano affrontati tranquillamente in una lotta intensa ma leale, perché siamo qui con lo scopo di far sfruttare al massimo le vetture ai piloti. Tutto il team lavorerà sodo al nostro rientro a Enstone e Viry, con l’obiettivo del ritorno tanto atteso della Formula 1 a Melbourne entro due settimane. Complimenti a tutti per l’ottimo lavoro. Continuiamo così!”.