30 ottobre 2022

Oggi il BWT Alpine F1 Team ha segnato quattro punti al termine del Gran Premio del Messico. Esteban Ocon è giunto ottavo sul circuito dell’Autodromo Hermanos Rodríguez, che ha visto Fernando Alonso abbandonare la gara a sei giri dal traguardo a causa di un problema a un cilindro.

 


Prima dello sfortunato abbandono di Fernando, il team puntava a una soluzione che portasse alla conquista del settimo e dell’ottavo posto, anche se nell’ultima parte della gara Esteban ha dovuto fare i conti con problemi di raffreddamento.

 

 

Entrambi i piloti hanno fatto una buona partenza, con Fernando che si è imposto su Lando Norris e Valtteri Bottas, impadronendosi del settimo posto, ed Esteban che ha avuto la meglio sulla McLaren n. 4, portandosi in nona posizione alla fine del primo giro.

 

 

Esteban si è poi fermato al 34° giro per montare le gomme dure, nell’ottica di portare a termine i 71 giri di gara, mentre Fernando ha atteso il 42° giro per montare le stesse gomme. Dopo il pit stop, lo spagnolo si è mantenuto al settimo posto, davanti a Esteban, autore di una bella manovra di sorpasso all’esterno della curva 1 su Bottas.

 

 

Al 52° giro, Fernando ha perso un cilindro e ha fatto del suo meglio per gestire la mancanza di potenza, prima di abbandonare la gara al 65° giro. Esteban si è mantenuto al settimo posto, ma ha dovuto far fronte a problemi di raffreddamento (problema ricorrente a Città del Messico a causa dell’elevata altitudine) ed è stato superato da Daniel Ricciardo al 60° giro. Alla fine, ha tagliato il traguardo in ottava posizione.

 


Esteban Ocon - Partenza P10/Arrivo P8: “Oggi il team ha dovuto affrontare una gara difficile. Prima dello sfortunato abbandono di Fernando, stavamo per andarcene con una doppia dose di punti. Per quanto mi riguarda, dalla fine della prima metà della gara ho dovuto vedermela con problemi di raffreddamento, motivo per cui non potevamo mantenere il ritmo delle McLaren, anche se c’è mancato poco che avessimo la meglio su Daniel [Ricciardo] dopo la penalità che gli era stata inflitta. Ce ne andiamo con qualche punto, ma dobbiamo assicurarci che questi problemi non si verifichino più se vogliamo conservare il quarto posto in campionato.”

 


Fernando Alonso - Partenza P9/Arrivo Abb.: “Sfortunatamente oggi non siamo riusciti a terminare la gara, malgrado una buona partenza e buoni stint che ci avevano fatto pensare di poter ottenere un ottimo bottino. In entrambi gli stint mi sono sentito molto veloce, prima con le gomme medium e poi con quelle dure. Tuttavia, a 18 giri dal termine abbiamo perso un cilindro e, malgrado i nostri sforzi, siamo stati costretti a fermare la vettura. Austin e Città del Messico sono stati due ottimi weekend per me ed è un peccato non aver segnato i punti che meritavamo. Ci restano ancora due weekend di gara e dobbiamo assicurarci di guadagnare altri punti nella lotta per la quarta posizione.”

 

 

Otmar Szafnauer, team principal: “Date le singolari condizioni di Città del Messico, sapevamo che questa gara sarebbe stata una sfida. Ce ne andiamo delusi perché una sola delle nostre vetture è passata sotto la bandiera a scacchi. Purtroppo Fernando ha avuto un problema a un cilindro al 52° giro e ha dovuto cavarsela con cinque cilindri, e con una notevole perdita di potenza, per tentare di rimanere in zona punti. Alla fine, però, ha dovuto abbandonare la vettura. Dal canto suo, Esteban ha avuto problemi di raffreddamento sin dall’inizio della gara e a tratti ha dovuto rallentare, con ovvie conseguenze sui tempi. Comunque, se l’è cavata bene riuscendo a riportare la vettura in ottava posizione e a segnare punti preziosi per il team. Sappiamo che l’affidabilità sarà decisiva nella lotta per il campionato, ma è qualcosa che ormai ci manca nonostante il buon livello di prestazioni registrato nelle ultime gare. Nelle ultime due manche della stagione dobbiamo assolutamente riuscire a gestire questo problema, se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi. Sono convinto che possiamo risolvere questi inconvenienti prima degli ultimi due appuntamenti in calendario.”