10 marzo 2022

Dopo i tre giorni di shakedown a febbraio, il team si è recato sul percorso che accoglierà il primo Gran Premio della stagione 2022 del Campionato del mondo FIA di Formula 1, basandosi anche sulle solide fondamenta poste al Circuito di Barcelona-Catalunya.

 

Esteban era in azione per la sessione mattutina che si è disputata sotto il caldo torrido del Bahrein. Il francese ha effettuato quarantadue giri prima di essere sostituito da Fernando nel pomeriggio, fino al crepuscolo, il tutto in condizioni climatiche più miti.

Fernando ha completato ventiquattro giri nonostante un problema minore che ha limitato la sua corsa per la maggior parte della sessione. Il problema è stato identificato e risolto affinché Fernando potesse beneficiare dell’ultima ora in programma, sotto i proiettori della pista.

 

Domani, Esteban ritroverà l’A522 per l’intera giornata prima che Fernando si metta all’opera sabato.

 

Esteban Ocon:

 

“Ho beneficiato di una mezza giornata al volante e siamo quasi riusciti a percorrere la distanza di una corsa durante questo lasso di tempo. È stato bello scoprire la nuova monoposto nel Bahrein, un circuito molto diverso da quello di Barcellona con condizioni completamente in contrasto. Oggi ci siamo concentrati innanzitutto su un solo formato per iniziare a comprendere il deterioramento e le prestazioni di questi pneumatici. Non immaginavamo come avrebbero potuto essere le vere prestazioni e continuiamo a imparare ogni giorno, che poi sarebbe l’obiettivo assoluto di questi giorni di prove. Sono soddisfatto del mio giovedì mattina e ritrovo la vettura domani. Speriamo di aumentare i nostri giri per aggiungere informazioni sempre più preziose al nostro pacchetto per quest’anno”.

 

Fernando Alonso:

 

“È stato piacevole rimettersi al volante nel Bahrein. Per Esteban è andata piuttosto bene, ma noi abbiamo riscontrato un piccolo problema con la monoposto dopo la pausa pranzo. Quindi, non siamo riusciti a fare altrettanti giri nel pomeriggio. Nonostante tutto, non abbiamo ancora provato la nostra vettura con un clima caldo né diverse regolazioni. Domani e sabato, metteremo in pratica tutto ciò che abbiamo imparato oggi”.

 

Pat Fry, Direttore della tecnologia:

 

“È formidabile essere di ritorno nel Bahrein per la seconda fase delle prove prestagionali. Non è stata una delle giornate più lisce, tra i piccoli inconvenienti classici che si possono incontrare durante un programma completo di prove. Il fenomeno di porpoising sembra meno problematico qui rispetto a Barcellona, cosa piuttosto interessante. Abbiamo identificato un problema sulla vettura dopo pranzo, che ha limitato il pomeriggio di Fernando. Siamo riusciti a risolverlo, ma avere il massimo dei chilometri possibile non può fare altro che aiutarci a conoscere meglio l’auto e dobbiamo ancora conseguire del tutto questo obiettivo. Esteban sarà al volante domani per proseguire con l’apprendimento e i nostri preparativi in vista della prima corsa. Ci attendono due giornate impegnative in pista”.