19 marzo 2022

Stasera, tutti gli sguardi saranno puntati sul circuito di Sakhir e questa intrigante sessione di qualifiche. Dopo due settimane di prove prestagionali, i team hanno infine svelato il loro vero potenziale con monoposto che imbarcavano una piccola quantità di carburante.

 

Dopo una terza sessione di prove libere senza preoccupazioni all’inizio della giornata, i due piloti hanno iniziato le qualifiche con il piede giusto. Esteban si è liberato senza timore della Q1 dopo due corse concluse con pneumatici Soft, mentre a Fernando è bastata una prova in Soft per raggiungerlo al secondo giro.

 

In Q2, Esteban ha superato Fernando al termine del loro primo giro veloce, con i due piloti separati da 0’’021 all’ottavo e al nono posto. Stanco, a causa di un giro imperfetto con un piccolo errore in particolare alla curva 2, Esteban non è riuscito a migliorare ed è scivolato in 10° posizione. Al suo secondo tentativo, Fernando ha completato un giro di 1’31’’621, abbastanza per prevalere sul collega francese, che si è fatto rubare per soli 0’’065 l’ultimo posto qualificativo in Q3 da Pierre Gasly.

 

Fernando, in Q3, ha deciso di effettuare un suolo giro veloce con i suoi pneumatici morbidi nuovi. Con uno dei migliori giri in 1’32’’195, è salito all’ottava posizione della griglia di partenza del primo Gran Premio della stagione. Una corsa di 57 giri, la cui partenza sarà domani alle 18:00 ora locale.

 

Esteban Ocon, P11, 1’31’’782:

 

“Innanzitutto, è un piacere riprendere le qualifiche e dare il meglio di sé in condizioni di gara reali. In merito alla sessione di oggi, sapevamo che sarebbe stata serrata, in particolare per imbucarsi in Q3. Dal mio punto di vista, questa settimana mancavamo di un po’ di ritmo fino a quel momento, ma siamo riusciti ad aumentarlo oggi per le qualifiche. Tuttavia, perdersi la Q3 per così poco è ovviamente frustrante. Ma ci sono assolutamente lati positivi da considerare: abbiamo ancora una serie di pneumatici nuovi a nostra disposizione per domani e partiremo dal lato giusto della griglia. Si prevede una gara appassionante. Non vedo l’ora di ripartire in pista”.

 

Fernando Alonso, P8, 1’32’’195:

 

“Sono soddisfatto della nostra qualifica di oggi, perché al termine delle prove invernali, non sai mai esattamente dove si piazzerà il team in termini di prestazioni. Ogni stagione riserva il suo insieme di sorprese positive o negative, quindi vedere le nostre due vetture battersi per i primi dieci posti è un buon inizio. Il lavoro svolto durante l’inverno a Enstone e a Viry-Chatillon dà chiaramente i suoi frutti e la vettura fila benissimo. Lo sviluppo è stato buono e d’ora in poi dobbiamo anche essere efficaci al di fuori della pista. Sarà interessante constatare domani a che punto le nuove vetture possono gareggiare, ma è già piacevole vedere una griglia un po’ rinnovata. Potrebbe sembrare che seguire le vetture che ci precedono sia più facile rispetto a prima. Vedremo davvero se questo ci offrirà maggiore azione in pista, ma i primi giri saranno interessanti. Il deterioramento degli pneumatici e la strategia di corsa che ne deriva saranno gli argomenti critici di domani”.

 

Otmar Szafnauer, Team Principal:

 

“Il team ha realizzato un’eccellente performance durante le qualifiche di oggi. Esteban è stato un po’ sfortunato mancando per poco la Q3. Purtroppo, ha dovuto utilizzare la versione precedente dei nostri pontoni, con una conseguente riduzione lieve delle prestazioni. Detto ciò, partire dall’undicesima posizione gli permette di restare in gioco. I punti saranno attribuiti solo la domenica, quindi è normale attendere la gara con impazienza. Fernando ha fatto un lavoro magnifico ed è quasi riuscito a raggiungere uno o due posti avanti, ma i margini sono minuscoli e il tabellone molto competitivo. Queste prestazioni durante le qualifiche offrono al team una base eccellente sulla quale dobbiamo contare e, d’ora in poi, dobbiamo avere grandi ambizioni in termini di sviluppo per avvicinarci ancora di più alla vetta. Come abbiamo visto oggi con le nostre due vetture, il minimo dettaglio può fare un’enorme differenza, ma è una sfida appassionante da raccogliere. Parlando della giornata di domani, possiamo sicuramente fare una buona gara partendo dall’ottava e dall’undicesima posizione della griglia e abbiamo tutto il potenziale per segnare punti con le nostre due auto”.