29 maggio 2022

Prima guida del BWT Alpine F1 Team, Fernando Alonso è arrivato settimo a un Gran Premio di Monaco scandito da pioggia e due bandiere rosse. Esteban Ocon è, dal canto suo, passato sotto la bandiera a scacchi in nona posizione. Purtroppo, accusato di aver causato una collisione, il francese ha scontato una penalità di cinque secondi che lo ha spinto in 12a posizione, quindi fuori dalla zona punti.

 

Le forti piogge che si sono abbattute sulla regione qualche minuto prima dell’inizio della gara, intorno alle ore 15:00, hanno rimandato due volte la partenza, prima che i primi giri conclusi dietro la safety car fossero interrotti dalla prima delle due bandiere rosse. Una volta iniziata la corsa, i nostri due piloti hanno completato con pneumatici Rain una prima fase complicata, mentre altri team si sono fermati presto per passare a pneumatici intermedi. I due piloti hanno continuato a gareggiare con gomme Rain prima di fare un doppio stop per montare gli pneumatici Hard al 21° passaggio, ponendosi l’obiettivo di portarli fino in fondo a questa corsa di 78 giri.

 

Ma una seconda bandiera rossa è stata agitata in seguito all’uscita di pista di Mick Schumacher alla chicane delle Piscine, al 30° giro, mandando all’aria ancora di più il programma del pomeriggio. Fernando ed Esteban sono quindi passati agli pneumatici ntermedi, con l’obiettivo di mantenerli fino all’arrivo di una gara che si è trasformata in una corsa contro il tempo. Fernando ha gestito perfettamente i suoi pneumatici e il suo ritmo per tagliare il traguardo a un rassicurante settimo posto, due posizioni davanti a Esteban. Una penalità di cinque secondi assegnata dopo l’arrivo in seguito a un incidente con Lewis Hamilton ha però fatto retrocedere Esteban alla dodicesima posizione, oltre la zona punti.

 

Esteban Ocon - Partenza: 10°/Arrivo: 12°

 

Il risultato di oggi è difficile da mandare giù e sono deluso all’idea di lasciare Monaco senza punti. Non penso di meritare una penalità per l’incidente con Lewis [Hamilton]. Dal sedile, ho la sensazione che si tratti di un incidente di gara, soprattutto su un circuito come Monaco in cui qualsiasi tentativo di superamento rischia di causare un leggero contatto. Il team ha lavorato sodo tutto il week-end, soprattutto tra venerdì e sabato, per trovare margini di miglioramento, ma ripartiamo senza questa doppia porzione di punti che avremmo meritato. Dobbiamo andare avanti e conto di raddrizzare il tiro a Baku, teatro del prossimo Gran Premio”.

 

Fernando Alonso - Partenza: 7°/Arrivo: 7°

 

È stata una corsa molto difficile oggi, a causa delle condizioni meteorologiche. Quindi possiamo dirci soddisfatti di questo settimo posto e dei punti associati. In termini di gestione, la gara è stata delicata, con scelte strategiche talvolta difficili da prendere, ma abbiamo fatto tutto in squadra ed è stato gestito tutto alla perfezione. Al volante non è stato facile e ho dovuto stare attento a non fare errori per essere sicuro di condurre la vettura in zona punti. Durante fasi completate su pista asciutta, in seguito a quanto abbiamo appreso venerdì scorso, siamo stati prudenti con gli pneumatici, soprattutto (per quanto mi riguarda) dopo la seconda bandiera rossa. Ci siamo mantenuti agevolmente al settimo posto, quindi sono abbastanza soddisfatto dei risultati ottenuti oggi”.

 

Laurent Rossi, CEO di Alpine:

 

Oggi abbiamo assistito a un Gran Premio di Monaco molto movimento ed è sempre un’ottima cosa quando terminiamo una gara portando a casa un buon punteggio. In quanto squadra, ci aspettavamo di vivere un week-end difficile su questo circuito che proponeva così tante curve prese a bassa velocità, che non sono il massimo per la nostra vettura. Abbiamo dovuto lavorare tutto il week-end per farla avanzare, soprattutto tra venerdì e sabato. Questo, oltre all’aiuto che ci ha dato questo week-end, è di buon augurio per il seguito, in quanto potremo mettere a frutto ciò che abbiamo imparato qui, con l’obiettivo di adattare la nostra vettura a tutti i tipi di percorsi. I due piloti hanno fatto un’ottima corsa, tagliando rispettivamente il traguardo in settima e nona posizione, forse il risultato complessivo che meritavamo. La penalità inflitta a Esteban è severa. Poteva starci e poteva non starci, quindi non ci soffermeremo troppo e terremo la testa bassa per proiettarci già verso la prossima gara. Vorrei ringraziare tutto il team per il lavoro intenso svolto durante queste ultime due settimane tra la Spagna e Monaco. Questa settimana ci riposeremo un po’ prima di concentrarci sull’Azerbaigian e il Canada, dove punteremo di nuovo a terminare in zona punti con le nostre due vetture”.